L’avventura dell’Associazione INSIEME PER VOI inizia grazie ad un gruppo di amici, genitori di ragazzi diversamente abili, che condividono le difficoltà e le problematiche quotidiane comuni alle famiglie.

I ragazzi frequentano già i vari centri diurni, gestite da CEOD o Cooperative, strutture che permettono loro un inserimento sociale attraverso lo svolgimento di attività sicuramente importantissime e molto utili.

Ma ciò non basta; per i figli di questi genitori determinati serve qualcos’altro.

Tutto parte dalla necessità di organizzare una gita annuale in modo che abbiano la possibilità di fare ciò che fa chiunque: visitare luoghi, città d’arte, musei, manifestazioni.
Per i primi due anni i genitori si danno da fare, si interessano direttamente, prenotano il pullman, organizzano due gite in altrettante città d’arte.

I ragazzi sono entusiasti del programma e desiderosi di queste nuove esperienze.

Allora prende corpo l’idea di un’associazione con una sua organizzazione, un consiglio direttivo che decida sulle modalità di organizzazione delle attività ludiche, di divertimento e, detto fatto, ecco che

nel 2001 nasce “Insieme X Voi”.

L’Associazione vede iscritti ad oggi più di un centinaio fra ragazzi e adulti diversamente abili, numero che è in continuo aumento.
Per le molteplici attività si avvale della collaborazione di trenta volontari che, a turno, garantiscono due giorni al mese (di solito il sabato) le attività.

L’attività si divide in due parti: il programma classico, aperto a tutti, ragazzi e genitori, che consiste nell’organizzazione di gite, visite a musei o mostre, assistere a spettacoli di teatro, e altre attività ricreative o culturali.

C’è poi il “programma autonomia” che l’Associazione considera il proprio fiore all’occhiello, un progetto iniziato nel 2002 e che prosegue vista l’importanza non solo teorica ma effettivamente riscontrata fino ad oggi.

In una breve ricerca, tra i vari significati della parola autonomia, ne troviamo uno particolarmente efficace: capacità di progettare la propria vita, di entrare in relazione con gli altri, e sempre con gli altri partecipare alla costruzione della società.

Durante questi anni l’Associazione ha voluto ampliare l’attività del cosiddetto “Programma Autonomia” che consiste nel portare i nostri amici diversamente abili a svolgere i più normali gesti di vita quotidiana, quale può essere lo shopping al centro commerciale piuttosto che andare al cinema, per una volta senza la presenza e l’aiuto dei genitori o di quelle persone che, di solito, li accompagnano.

Sono momenti molto importanti perché queste persone devono gestire le loro scelte, non sono condizionate nel dialogo e nel comportamento, socializzano tra di loro e con gli altri in maniera diversa.

Questo è solo il primo passo verso il concetto più profondo di autonomia che è quello a cui comunemente non si fa caso perché sono cose abitudinarie: un lavoro retribuito, un ambiente nel quale ci si muove con facilità, gli amici, la costruzione di una famiglia, ma anche gesti più piccoli della quotidianità quali fare la spesa, gestire il denaro, fare piccoli spostamenti, guidare un mezzo.

Il “Programma autonomia” ha quindi lo scopo di aiutare i ragazzi, o le persone diversamente abili in genere, a cercare di superare gli ostacoli, innumerevoli e spesso subdoli, che posso incontrare continuamente e soprattutto far loro capire che la conquista di un certo grado di autonomia e indipendenza è possibile sempre, a qualsiasi livello.

Non si tratta di indipendenza nel senso di fare le cose senza aiuto degli altri, anzi, proprio grazie agli altri essere protagonisti della propria vita, attori delle proprie scelte come normalmente succede per ciascun individuo.

Far capire ai ragazzi che partecipano alle attività dell’associazione che è possibile aspirare ad un certo grado di indipendenza è uno degli obiettivi di “Insieme per Voi”.
In questo senso il Programma autonomia crea dei vantaggi reciproci sia a livello psicologico che oggettivo e pratico. Un esempio? Alcuni ragazzi, qualcuno con difficoltà motorie anche piuttosto gravi, hanno partecipato già a quattro corsi di sci, organizzato a Cesuna, sull’Altopiano di Asiago, presso una Scuola specializzata.
Tutti sono riusciti a scendere con gli sci ai piedi e il risultato è stato stupefacente.

Il corso è stato voluto ad ogni costo, prima di tutto dai ragazzi, poi dal Consiglio e dai genitori e i volontari, interpellati, hanno risposto con entusiasmo partecipando a turno a tutte le lezioni.

Cosa dire? I volontari hanno aiutato i ragazzi e i genitori, insieme a loro hanno condiviso una delle esperienze più belle: scoprire che si possono superare anche le difficoltà e gli ostacoli creduti insormontabili.

Queste sono soddisfazioni che aiutano tutti a compiere un passo ulteriore verso l’autonomia, l’indipendenza, il miglioramento della qualità di vita; i ragazzi hanno superato con impegno un ostacolo che sembrava più grande di loro e ora sanno di avere una sicurezza in più; i genitori hanno avuto una prova ulteriore della capacità dei ragazzi di raggiungere, a piccoli passi, una loro indipendenza e i volontari hanno avuto la fortuna di imparare una piccola lezione e cioè che autonomia non è solo la capacità di fare da soli e arrangiarsi, anzi, il miglioramento della qualità di vita passa attraverso la relazione, il bisogno e l’aiuto degli altri.

Intendiamo quindi portare avanti il nostro progetto iniziale ampliandolo ancora di piu’ con attivita’ sportive e riabilitative e aumentando il numero di ragazzi da coinvolgere nelle nostre iniziative.